La trappola  

Posted by Tengu Zame


Victoria Proudhorne posò il rapporto sulla scrivania e uscì dalla stanza.
All’esterno di casa Buckingham, che Cromwell e Victoria avevano fatto occupare e adibire a residenza in luogo della regina Carlotta, il generale Waite attendeva in piedi accanto aCromwell. Il Lord Protettore viveva all’interno del nuovo corpo che la gatta aveva fatto produrre appositamente per lui, meno voluminoso e più simile a quello degli automi che pattugliavano la città. Nonostante le dimensioni più contenute, la statura di Cromwell era ancora notevole.
“Generale,” disse la gatta. “Dunque, avevamo ragione: controllare i movimenti di quella apparentemente insignificante tasso è stato utile.”
“A quanto pare,” mormorò Waite.
“Dunque le voci riguardanti un… oggetto in volo sopra Londra ieri notte in realtà riguardano  questa giovane?” chiese Cromwell. Fissò il suo occhio su Victoria.
“Mio Lord, sembra che la giovane, figlia di Gregory Edgecombe, un defunto ex-membro della Loggia dei Costruttori, sia in possesso di un qualche oggetto in grado di farla librare in cielo,” spiegò Victoria.
“Come?” sibilò questo. “Dove lo ha preso? Chi lo ha fabbricato?”
I due felini scossero la testa. “Non siamo ancora in grado di dirlo, mio signore,” replicò Waite. “Ma è presumibile che sia opera di Gregory Edgecombe.”
“Victoria,” fece Cromwell. “Chi era questo Edgecombe? Quanto sappiamo su di lui?”
“Mio Lord, Gregory Edgecombe ha fatto parte della Loggia dei Costruttori fino all’anno precedente la sua morte. Ma era da tutti ritenuto pazzo, mio signore…”
“E’ per questo che nessuno di voi due ha avuto la premura di controllare ciò che faceva?”
“Ecco…”
L’occhio di Cromwell scivolò da Victoria al generale, e da questo di nuovo alla giovane. Entrambi distolsero lo sguardo. “I pazzi… i pazzi non esistono. I pazzi sono coloro che in realtà vedono lontano. Credete che io sia pazzo? Io ho visto cose che voi non potete concepire, ho sentito cose che sono al di là dell’animalesca comprensione, eppure… eppure non sono affatto fuori dalla mia mente. Victoria, tua è la colpa al riguardo.”
“Sì, Lord Protettore.”
“Ora rimedierete,” ordinò Cromwell. “Questa giovane ha qualcosa che potrebbe esserci utile. Trovatela e cercate di capire se può essere un’alleata o un’avversaria. Nel secondo caso… be’, non voglio più sentir parlare di lei.”
“Un modo potrebbe esserci, mio signore,” esclamò Victoria.

This entry was posted on 1/25/2012 at 22:27 . You can follow any responses to this entry through the comments feed .

0 commenti

Posta un commento